Determinanti dei tassi interbancari: indicazioni tratte dal Libor

3 marzo 2008

Il premio al rischio incorporato nei tassi di interesse sui depositi interbancari a tre mesi presso le banche di grandi dimensioni con operatività internazionale è fortemente aumentato nell'agosto 2007, e da allora i premi al rischio sono rimasti elevati. Questo articolo cerca di individuare le determinanti di tale aumento, con particolare riferimento al ruolo dei rischi di credito e di liquidità. Se da un lato, quantomeno alle frequenze più basse, vi sono indicazioni della rilevanza che ha avuto il rischio di credito, dall'altro l'assenza di un legame stretto fra il rischio di insolvenza e i premi al rischio nel mercato monetario, unitamente alla risposta dei mercati interbancari alle iniezioni di liquidità effettuate dalle banche centrali, evidenzia l'importanza delle considerazioni di liquidità ai fini delle quotazioni giornaliere fornite dalle banche.

Classificazione JEL: G21, G32.