Rassegna trimestrale BRI, marzo 2017

6 marzo 2017

Nella Rassegna trimestrale BRI di marzo 2017: Oltre le fluttuazioni della propensione al rischio

Dichiarazioni on-the-record rilasciate da Claudio Borio, Capo del Dipartimento monetario ed economico, e Hyun Song Shin, Consigliere economico e Capo della Ricerca, il 3 marzo 2017.

Andamenti nei mercati bancari e finanziari internazionali

Oltre le fluttuazioni della propensione al rischio
Dall'ultima Rassegna trimestrale BRI, pubblicata agli inizi di dicembre, i prezzi di numerose attività sono rimasti pressoché stabili, in attesa di indizi su diverse fonti di incertezza. Gli operatori di mercato si aspettavano un cambiamento nel policy mix negli Stati Uniti, con un ruolo maggiore della politica di bilancio, un continuo e graduale inasprimento della politica monetaria, una spinta alla deregolamentazione e un orientamento commerciale più protezionistico. Tuttavia, la natura e i tempi di attuazione esatti di tali modifiche, oltre che il loro impatto, rimanevano ancora da definire. A febbraio i mercati azionari statunitensi hanno ... More...
Aspetti salienti dei flussi finanziari internazionali
Dopo i rallentamenti rispetto all'anno precedente registrati a fine 2015 e inizio 2016, nel secondo e terzo trimestre del 2016 le attività bancarie internazionali hanno ricominciato a crescere. La ripresa è stata trainata da un incremento del 3,8% sull'anno precedente degli impieghi verso il settore non bancario, mentre le attività interbancarie hanno registrato una contrazione del 3,2% nel terzo trimestre del 2016. Nel quarto trimestre del 2016, lo stock di titoli di debito internazionali è cresciuto costantemente a un tasso del 3,8% sull'anno precedente, sostenuto dall'aumento delle emissioni nette di titoli bancari al 2,2%. Le emissioni nette di titoli di debito da parte del settore non bancario hanno ... More...

Articoli

L'espansione trainata dai consumi
I consumi sono una componente sempre più importante della crescita del PIL. Tuttavia, l'espansione trainata dai consumi tende a essere notevolmente più debole rispetto a quella determinata da altre componenti della domanda aggregata, spesso a causa della formazione di squilibri. L'articolo mostra che se fattori come la crescita del credito e l'aumento dei prezzi immobiliari possono rappresentare una spinta ai consumi nel breve periodo, l'incidenza dell'espansione trainata dai consumi e l'aumento degli indici del servizio del debito frenano in modo significativo la crescita nel medio e lungo periodo. Per raggiungere un'espansione durevole è pertanto essenziale elaborare politiche che affrontino la questione della formazione di squilibri e che rafforzino gli investimenti. More in English...
La nuova era degli accantonamenti per perdite attese su crediti
Dopo la Grande Crisi Finanziaria gli organismi di normazione contabile hanno richiesto a banche e altre società di costituire un accantonamento a fronte delle perdite attese su crediti. Sebbene le regole introdotte dai due principali organismi di emanazione degli standard siano diverse, in entrambi i casi le banche sono tenute a costituire un accantonamento per perdite attese su crediti nel momento in cui il credito è erogato, senza aspettare che si verifichi un evento determinante che segnali perdite imminenti. Nel breve termine gli accantonamenti potrebbero aumentare, ma l'impatto sul patrimonio di vigilanza dovrebbe essere limitato. Tuttavia, le nuove regole cambieranno ... More...
La ricerca della velocità nei pagamenti
Questo articolo analizza il modo in cui la tecnologia interviene nei sistemi di pagamento, mettendo a confronto la diffusione dei sistemi di regolamento lordo in tempo reale (RLTR) per i pagamenti all'ingrosso e quella di sistemi più rapidi per i pagamenti al dettaglio (pagamenti veloci). I sistemi RLTR sono sorti negli anni ottanta e nell'arco di 30 anni sono stati adottati a livello mondiale. I pagamenti veloci sono invece emersi all'inizio degli anni duemila, offrendo la possibilità di pagamenti istantanei 24 ore su 24, sette giorni su sette. Fino ad ora, la diffusione dei pagamenti veloci ha rispecchiato quella degli RLTR ed è probabile che prenderà ulteriore slancio. Tuttavia, mentre è in corso l'adozione dei pagamenti veloci, si sta già sviluppando la nuova generazione di sistemi di pagamento, come quelli basati su una tecnologia di tipo "distributed ledger". More in English...
Gli swap come valore di riferimento nel mercato obbligazionario
Negli anni novanta il rischio di base ha portato i mercati obbligazionari, come era successo precedentemente per i mercati monetari, a prediligere l'uso di tassi privati in quanto valori di riferimento, a scapito dei tassi governativi. Gli sviluppi avvenuti successivamente alla Grande Crisi Finanziaria del 2007-09, tra cui le riforme dei derivati e lo scandalo Libor, avrebbero potuto, potenzialmente, perturbare questa migrazione. Eppure i dati BRI sul turnover dei derivati indicano che gli swap su tassi di interesse continuano a guadagnare terreno rispetto ai futures su titoli di Stato per le operazioni di copertura e posizionamento nel segmento a lungo termine della curva dei rendimenti. Tuttavia, la facilità di liquidazione di posizioni in futures potrebbe far sì che i tassi degli swap non soppiantino completamente i tassi sui titoli di Stato in quanto benchmark. More in English...