Rassegna trimestrale BRI, giugno 2015

8 giugno 2015
Nota sull'edizione di giugno della Rassegna trimestrale
Dallo scorso anno la Rassegna trimestrale BRI di giugno ha assunto una veste ridotta, in considerazione della sua contiguità con la Relazione annuale.
L'edizione di giugno contiene soltanto informazioni sulle statistiche BRI, in particolare gli allegati statistici. Un'analisi degli andamenti finanziari sarà consultabile all'interno nella Relazione annuale.
La prossima edizione integrale della Rassegna sarà pubblicata in settembre.

Andamenti nei mercati bancari e finanziari internazionali

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI
Le attività transfrontaliere globali, al netto degli effetti di cambio, sono aumentate di $11,6 miliardi tra fine settembre e fine dicembre 2014. Il tasso di crescita sull'anno precedente delle attività transfrontaliere è stato pari al 5%; il credito ai soggetti non bancari è aumentato più rapidamente (7%) di quello ai prenditori bancari (3%). More...

Riquadri

Gli andamenti dei prezzi degli immobili residenziali
Nel 2014 i prezzi degli immobili residenziali in termini reali hanno continuato a crescere in misura significativa in gran parte delle economie avanzate (grafico A). In Australia, Canada, Nuova Zelanda e Stati Uniti essi sono aumentati del 3-5%; la loro tendenza ascendente è proseguita anche in vari paesi europei esterni all'area dell'euro, con incrementi annui del 10% circa in Svezia e Regno Unito, e più modesti in Danimarca. Nell'area dell'euro si è registrato per la prima volta in sette anni un lieve aumento aggregato, dell'1% sull'anno precedente, sebbene permangano importanti differenze fra paesi. I prezzi reali degli immobili sono cresciuti del 4% in Germania, del 2% in Portogallo e Spagna e di un notevole 16% in Irlanda, sebbene da livelli contenuti. Per contro, hanno continuato a calare in particolare in Grecia (-4%) e in misura minore in Francia e in Italia. Diversamente da quanto osservato nelle principali regioni avanzate, in Giappone i prezzi sono scesi nel quarto trimestre del 2% sull'anno precedente. More...