Anatomia del mercato internazionale dei cambi alla luce dell'Indagine triennale per il 2013

8 dicembre 2013

Le contrattazioni giornaliere nel mercato dei cambi hanno raggiunto il massimo storico di $5 300 miliardi nell'aprile 2013, segnando un aumento del 35% rispetto al 2010. Le istituzioni finanziarie non operanti in qualità di dealer, comprese banche di minori dimensioni, investitori istituzionali e hedge fund, sono divenute il gruppo di controparti più numeroso e attivo. La tradizionale netta separazione fra contrattazioni inter-dealer e contrattazioni con la clientela è venuta meno. Le nuove tecnologie hanno accresciuto la connettività degli operatori, abbassando i costi di ricerca. È emersa una nuova forma di "hot potato trading" (effetto "patata bollente") nella quale i dealer non rivestono più un ruolo esclusivo.

Classificazione JEL: F31, G12, G15, C42, C82