La risposta delle banche all'aumento dei requisiti patrimoniali

15 settembre 2013

Spronate dall'inasprimento dei requisiti regolamentari, le banche hanno progressivamente innalzato i coefficienti patrimoniali a seguito della crisi finanziaria. Per un campione di 82 grandi banche internazionali di economie avanzate ed emergenti, l'aumento dei coefficienti ponderati per il rischio nel periodo 2009-12 è ascrivibile soprattutto agli utili non distribuiti, mentre la riduzione dei pesi di rischio ha fornito un contributo minore. In media le banche hanno continuato a espandere l'attività di prestito, sebbene tale espansione sia risultata inferiore per gli istituti delle economie avanzate europee. I minori pagamenti per dividendi e l'ampliamento dei margini di interesse sui prestiti hanno permesso di utilizzare gli utili non distribuiti per rafforzare il capitale. Le banche uscite meglio dalla crisi in termini di coefficienti patrimoniali e redditività sono state in grado di espandere i prestiti in misura maggiore.

Classificazione JEL: E44, G21, G28