Espansione della compensazione accentrata

6 giugno 2011

Daniel Heller e Nicholas Vause

Entro la fine del 2012 tutti i derivati standardizzati negoziati fuori borsa (OTC) saranno soggetti alla compensazione presso controparti centrali (CCP). Questo studio effettua una stima delle risorse finanziarie che le varie CCP necessiterebbero per compensare in sicurezza gli swap su tassi di interesse e i credit default swap attualmente detenuti dai principali intermediari in derivati. I risultati indicano che tali intermediari dispongono già di attività non vincolate sufficienti a soddisfare le richieste di margini iniziali, ma alcuni di loro potrebbero dover accrescere le rispettive disponibilità liquide per adempiere tempestivamente alle richieste di margini addizionali. Si rileva inoltre che i costi potenzialmente derivanti dal fallimento di uno o più intermediari per la CCP e gli altri dealer partecipanti dovrebbero essere contenuti in relazione al loro patrimonio nella misura in cui la CCP consideri nel computo dei margini iniziali l'entità del rischio di eventi estremi (tail risk) e la variazione nel tempo del rischio associato ai vari tipi di strumenti derivati. Infine, la compensazione di tipologie diverse di derivati presso una stessa CCP potrebbe ridurre sia i margini sia le risorse collettivamente destinate all'assorbimento delle perdite.

Classificazione JEL: G24, G28