Il cammino verso un sistema bancario più solido

23 giugno 2013

Le banche si stanno gradualmente riprendendo dalla crisi. Per consolidare ulteriormente la propria capacità di resistenza, le istituzioni finanziarie devono mantenere un'ampia dotazione di capitale di qualità elevata per assorbire le perdite, nonché riserve di liquidità adeguatamente gestite per proteggersi da crolli improvvisi della fiducia del mercato. È necessario inoltre migliorare i regimi di risoluzione delle crisi affinché rendano possibile il fallimento ordinato delle banche di rilevanza sistemica.

Tuttavia, la misurazione e la gestione dei rischi di un sistema finanziario sempre più internazionale e intricato rappresentano una sfida costante per l'assetto prudenziale. Da questo punto di vista, l'uso di misure sensibili al rischio, abbinate a semplici indici di bilancio, può avere grande importanza per il controllo del rischio nel sistema finanziario. Usati congiuntamente, questi due tipi di misure si rafforzano a vicenda e generano maggiori informazioni sulla rischiosità di una banca rispetto a quelle che potrebbero fornire singolarmente. Le iniziative per la separazione strutturale delle funzioni delle banche potrebbero inoltre contribuire a ridurre la complessità a livello di singoli istituti, ma il loro impatto sulla stabilità e l'efficienza del sistema rimane un interrogativo.