Dal pronto soccorso alla terapia intensiva: retrospettiva dell'anno trascorso

28 giugno 2010

Mentre alcune economie emergenti sono a rischio di surriscaldamento, il PIL in gran parte delle economie avanzate è ancora nettamente al disotto dei livelli antecedenti la crisi, nonostante il forte stimolo monetario e fiscale. La rapida crescita del debito di taluni paesi solleva questioni urgenti riguardo alla sostenibilità delle finanze pubbliche.

Le banche hanno accresciuto le riserve precauzionali di capitale e i loro profitti hanno tratto beneficio da una serie di fattori temporanei. Esse restano tuttavia vulnerabili a nuove perdite su crediti. Come mostrano le recenti turbolenze nei mercati della provvista, quando il clima di mercato volge al peggio gli istituti bancari possono essere soggetti a pressioni significative sul fronte del rifinanziamento. Nonostante i progressi compiuti, il risanamento dei bilanci delle banche nei paesi colpiti dalla crisi è lungi dall'essere ultimato. Occorre proseguire nella ristrutturazione e nel rafforzamento del sistema finanziario.