Le ripercussioni sulle economie industriali

29 giugno 2009

Durante l'ultimo trimestre 2008 nei paesi industriali hanno cominciato a esplicarsi gli effetti della forte interazione fra il settore finanziario e l'economia reale. Alla drastica perdita di fiducia si è accompagnata la correzione degli squilibri che si erano andati accumulando nei bilanci di famiglie, imprese e società finanziarie a partire dall'inizio del decennio. Ciò ha dato luogo a una grave flessione sia dell'attività economica sia dell'inflazione. Tuttavia, poiché il processo di riduzione della leva finanziaria è solo agli inizi - il credito ai settori sia finanziari sia non finanziari delle economie che hanno registrato un boom creditizio è ancora ben superiore al livello di solo pochi anni fa - è lecito attendersi che il rallentamento sarà duraturo e la ripresa lenta.