Organizzazione, governance, attività della Banca

30 giugno 2008

Questo capitolo fornisce una panoramica dell'organizzazione e della governance interna della Banca dei Regolamenti Internazionali. Esso passa inoltre in rassegna le attività che la Banca e i gruppi internazionali ospitati presso di essa hanno svolto durante l'esercizio finanziario trascorso negli ambiti della promozione della cooperazione fra banche centrali e altre autorità finanziarie e dell'offerta di servizi finanziari alla clientela di banche centrali.

Nella seconda metà del periodo in esame molte attività della Banca sono state riviste alla luce delle turbolenze emerse nei mercati finanziari nell'agosto 2007. Le modifiche apportate in risposta alle turbolenze prevedevano, oltre che l'accelerazione e il ritocco dei programmi di lavoro dei comitati, le iniziative seguenti:

  • un incontro speciale dei Governatori delle banche centrali per discutere le ragioni di fondo e le potenziali conseguenze economiche delle turbolenze;
  • un dialogo più frequente e dettagliato fra i banchieri centrali e gli operatori dei mercati finanziari in generale, facilitato dalla BRI e dai comitati ospitati presso di essa;
  • il potenziamento della ricerca dedicata alle cause delle turbolenze e alle implicazioni di queste ultime per le politiche economiche;
  • la pubblicazione di informazioni sui quadri concettuali e operativi di politica monetaria, allo scopo di accrescere la trasparenza e la comprensione degli interventi delle banche centrali;
  • azioni del Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria volte ad accrescere la capacità di tenuta del sistema bancario di fronte agli shock finanziari;
  • la stretta cooperazione con altre organizzazioni, e in particolare l'appoggio ai gruppi di lavoro del Forum per la stabilità finanziaria che si occupano di migliorare la resilienza dei mercati e delle istituzioni.

La BRI ha inoltre adottato una serie di misure nel quadro delle sue attività bancarie e di gestione dei rischi ai fini di fronteggiare le sfide emerse a seguito delle turbolenze finanziarie.

Le dimensioni del bilancio della Banca a fine marzo 2008 risultavano cresciute a DSP 311 miliardi (USD 511 miliardi), ossia del 15% rispetto all'anno precedente. Le riserve valutarie ufficiali depositate presso la BRI ammontano a circa DSP 236 miliardi (USD 388 miliardi), pari ad approssimativamente il 6% del totale mondiale. L'utile netto per il 78° esercizio finanziario della Banca è ammontato a DSP 545 milioni (USD 847 milioni), a fronte dei DSP 619 milioni (USD 920 milioni) dell'esercizio precedente.