Assemblea generale ordinaria e 72a Relazione annuale della BRI

8 luglio 2002

Comunicato stampa

"Lo scorso anno l'economia e il sistema finanziario mondiali hanno dato prova di enorme resilienza all'urto di shock successivi", afferma la Banca dei Regolamenti Internazionali (BRI) nella sua Relazione annuale, pubblicata oggi. Tuttavia, la Banca rileva altresì che sulle prospettive economiche gravano tuttora considerevoli rischi e incertezze.

La Relazione è stata pubblicata in occasione dell'Assemblea generale ordinaria della BRI, tenutasi in Basilea, Svizzera. Nel rivolgersi ai rappresentanti di oltre 100 banche centrali e istituzioni internazionali, Nout Wellink - Presidente del Consiglio di amministrazione della BRI e Presidente della Banca - ha tenuto in modo particolare a rammentare che, in un anno molto difficile come quello trascorso, i mercati finanziari hanno continuato a funzionare bene ed è stata evitata una profonda recessione.

Nondimeno, Wellink ha posto l'accento sul rischio che una brusca correzione di prezzi delle attività sopravvalutati possa indebolire o ritardare la ripresa e sottoporre il sistema finanziario a tensioni. Egli ha inoltre dichiarato che i recenti dissesti di alcune grandi imprese dopo le rivelazioni di irregolarità contabili sottolineano la necessità di efficaci misure atte a migliorare il reporting societario. Il Presidente ha quindi messo in rilievo l'importanza delle riforme strutturali al fine di conseguire una ripresa più vigorosa e sostenibile in tutte le principali economie.

Riferendo in merito alle attività della Banca, Andrew Crockett - Direttore Generale della BRI - ne ha evidenziato la natura sempre più globale. Ciò, ha affermato, si è riflesso sia nella gamma di banche centrali clienti sia negli organismi che prendono parte alle iniziative di cooperazione volte ad accrescere la stabilità finanziaria e monetaria, alcuni dei quali hanno il proprio segretariato presso la BRI. In tale contesto, Crockett ha menzionato i costanti progressi del Nuovo Accordo di Basilea sul Capitale e le opportunità di intensificare la cooperazione a livello regionale offerte dalla prossima apertura dell'Ufficio di Rappresentanza della BRI per le Americhe a Città del Messico.

La Banca ha presentato il bilancio certificato dai revisori, che mostra al 31 marzo 2002 un totale di 87 714,4 milioni di franchi oro e un utile netto di 225,7 milioni di franchi oro, dedotte le spese di amministrazione (1 franco oro = 0,29032258... grammi di oro fino, ovvero $USA 1,94149..., convertito al prezzo di $USA 208 per oncia di fino).