Aspetti salienti dei flussi finanziari internazionali

11 dicembre 2016
  • I prestiti internazionali hanno ristagnato nel secondo trimestre 2016. Se le attività transfrontaliere mondiali sono aumentate di $489 miliardi tra fine marzo e fine giugno 2016, è da sottolineare che questo incremento è ascrivibile principalmente agli impieghi intragruppo. Su base consolidata, dopo aver escluso le posizioni intragruppo, le attività bancarie transfrontaliere non hanno subito variazioni di rilievo. 
  • Contrariamente alla tendenza generale, gli impieghi verso le economie emergenti (EME) sono cresciuti di $124 miliardi nel secondo trimestre 2016, mettendo fine a una serie di tre flessioni trimestrali consecutive. Questo incremento è ascrivibile prevalentemente a una crescita di $61 miliardi delle attività verso la Cina. Il credito transfrontaliero alle altre regioni emergenti dell'Asia, al Medio Oriente e all'America latina è anch'esso aumentato.
  • Le statistiche bancarie consolidate BRI (CBS) segnalano, durante l'anno trascorso, un graduale cambiamento della composizione del credito interbancario internazionale tra le regioni. La quota di prestiti internazionali verso le banche delle economie avanzate è salita di 4 punti percentuali, mentre quella dei prestiti internazionali alle banche delle economie emergenti (EME) è scesa di 3 punti percentuali.
  • Nel terzo trimestre 2016 l'emissione di titoli di debito internazionali da parte delle EME è stata inferiore di $57 miliardi (21%) rispetto al secondo trimestre ma superiore del 75% a quella del terzo trimestre 2015.
  • La tendenza verso un uso maggiore dell'euro come valuta di finanziamento ha subito un rallentamento nel terzo trimestre, in seguito alla ripresa delle emissioni in dollari da parte delle istituzioni finanziarie, giunte a un massimo storico.
  • I nuovi dati sulle controparti centrali (CCP) evidenziano che la compensazione accentrata si è notevolmente diffusa nei mercati over-the-counter (OTC) dei derivati su tassi di interesse ma è meno radicata in altri segmenti. Il riquadro A esamina queste tendenze.
  • Al dicembre 2016 le statistiche bancarie BRI su base locale (LBS) forniscono una scomposizione più dettagliata del settore non bancario e delle transazioni intragruppo per singolo paese della controparte. In aggiunta, la Cina e la Russia hanno recentemente iniziato a contribuire alle LBS. Il riquadro B presenta i nuovi dati provenienti da questi due paesi.